Crea sito

In memoria dell’Ass. Capo Luigi BODENZA ucciso il 25 marzo 1994

Luigi Bodenza era assistente capo al carcere di Catania Piazza Lanza. Un uomo retto,leale e coraggioso. Fu chiamato ad applicare ai mafiosi il regime 41bis fin dai primi tempi, quando questo peso immenso cadde tutto sulle spalle della Polizia Penitenziaria, uno dei corpi più esposti nella lotta alla mafia e che ha subito gravissime ritorsioni. Bodenza dietro i suoi folti baffi sapeva agire con carisma ed umanità, ma non piegava la testa di fronte alle intimidazioni di cosa nostra. È così un giorno, vedendo delle irregolarità, fu irremovibile nell’interrompere i colloqui di esponenti del clan Santapaola con i parenti e per questo venne condannato a morte. La sera del 25 marzo del 1994, mentre sulla sua Fiat 127 stava raggiungendo casa, all’altezza di Gravina alcuni killer vigliaccamente gli tesero un agguato esplodendogli contro diversi colpi di arma da fuoco al volto. Da quel giorno Luigi Bodenza è diventato nella sua città e in tutta la nazione un simbolo del sacrificio della Polizia Penitenziaria nella lotta alla mafia. Pensiamo a lui, al suo sacrificio ed alla sua famiglia, quando si propone di riformare la legislazione di contrasto a cosa nostra.

BaschiAzzurri.it e’ un portale di informazione e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato con periodicità non definita in base alla disponibilità dei propri redattori.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.